Index

Brisighella e i “S. Bernardo” di Bagnara – La Romagna ci piace così!

Alle ore 6.00 partenza per Bagnara, piccolo paesino romagnolo dove sosteremo per una foto alla scenografica Fortezza Sforzesca con il fossato e le mura di cinta, quindi l’incontro ravvicinato con i tenerissimi cani S. Bernardo ospiti di un prestigioso allevamento nel parco di una delle ville più antiche della regione: davvero un’esperienza particolare! Da uno dei “borghi più belli d’Italia” ad un altro, proseguiremo verso
Brisighella. Pranzo libero puntando sugli stand de “La delizia del porcello”, un’allegra manifestazione enogastronomica dedicata alla tradizione del maiale. Dunque ottimi piatti locali, bancarelle di prodotti tipici, intrattenimento vario e due passi nel pittoresco centro storico di stampo medievale, giungendo fino alla curiosa Via degli Asini. Sarà poi ora di rientrare, tornando in serata ai luoghi di provenienza.

Soncino e Caravaggio – La Rocca e il Santuario con pranzo tipico

Alle ore 7.00 partenza per Soncino, uno dei borghi più belli d’Italia, nel cuore della pianura lombarda. Il nucleo antico è protetto da mura medievali e il suo monumento più importante che andremo a visitare è la Rocca Sforzesca con le sue caratteristiche merlature, ma entreremo anche all’interessante Museo della Stampa. Pranzo in agriturismo con menu tipico. Proseguiremo poi in direzione di Caravaggio, famosa per il Santuario di S. Maria del Fonte, meta di pellegrinaggi e luogo di devozioni dopo l’apparizione del 1432.
Maestosa la struttura architettonica e preziosi gli interni, sormontati da un’imponente cupola. Partecipazione facoltativa alla S. Messa e rientro in serata alle località d’origine.

Sorrisi dall’Umbria – Le Marmore, Cascia e la Piana di Castelluccio

1° giorno: SPOLETO – MARMORE
Viaggio verso l’Umbria con arrivo a Spoleto, nobile città e importante meta turistica per la sua rilevanza artistica e culturale. In passeggiata giungeremo al Duomo di S. Maria Assunta e al colle della Rocca Albornoziana con vista sul Ponte delle Torri. Ogni anno la città ospita il “Festival dei Due Mondi” ed è attuale location di “Don Matteo”. Pranzo libero e poi spazio alle grandi emozioni al cospetto delle famose Cascate delle Marmore, che con tre fragorosi salti di circa 165 metri sono un vero spettacolo della natura! I sentieri ci porteranno a scoprire vari punti panoramici potendo salire fino al Belvedere Superiore (d’obbligo il k-way o una mantellina impermeabile).Sistemazione serale presso un hotel della zona, cena e pernottamento.

2° giorno: ROCCAPORENA – CASCIA
Breve visita di Roccaporena, il piccolo paesino immerse nel verde dove vedremo lo “Scoglio”, l’antica chiesetta e la casa natale di Santa Rita. Pochi minuti e saremo a Cascia, altro luogo legato alla figura della Santa con ingresso al suggestivo monastero dove visse e morì nel 1457. Partecipazione facoltativa alle funzioni religiose presso il grande complesso della Basilica – dove Rita riposa – e tempo per un po’ di spese. Pranzo libero, cena e pernottamento in hotel.

3° giorno: NORCIA – PIANA di CASTELLUCCIO
Due passi a Norcia, in fase di recupero dopo l’ultimo sisma e sempre accogliente. Vedremo la bella Piazza S. Benedetto e saremo attirati dalle vetrine dove trionfano le eccellenze della cucina locale: dalle “norcinerie” ai formaggi, dai legumi ai tartufi. Saliremo quindi alla Piana di Castelluccio, un autentico paradiso dove la natura regna incontrastata e l’autunno ci regalerà mille sfumature: visioni spettacolari che allargano lo sguardo e l’anima… Pranzo libero nel borgo e rientro con arrivo in serata.

Monaco e i castelli di Ludwig – La pittoresca Baviera

1° giorno: FUSSEN – NEUSCHWANSTEIN
Di buon mattino ci metteremo in viaggio via Brennero-Innsbruck attraversando i bellissimi paesaggi tirolesi. Entrati in Baviera faremo la sosta per il pranzo libero a Fussen, incantevole cittadina dove inizia la celebre Strada Romantica. In pochi minuti saremo poi al cospetto del Neuschwanstein, il più famoso dei castelli voluti da Re Ludwig II e simbolo dell’intera Germania. La sua posizione su una rupe rocciosa, le torri, gli arredi e il panorama che si contempla dalle sue finestre affascinano ogni anno una moltitudine di turisti e ispirarono anche Walt Disney. Al temine della visita continuazione verso Monaco, cena e pernottamento in hotel.
Note: la salita al castello comporta circa 25 minuti di passeggiata in salita e può essere percorsa quasi interamente anche su carrozze trainate da cavalli o bus-navetta (servizi facoltativi e a
pagamento, da valutare in loco).
In caso di impossibilità, la visita del Neuschwanstein verrà sostituita con quella del vicino
Hohenschwangau, altro importante castello reale bavarese.

2° giorno: MONACO
Dedicheremo l’intera giornata a Monaco, l’attiva capitale bavarese dove la qualità della vita è fra le migliori al mondo. Passeggeremo nel centro storico sorto intorno alla famosa Marienplatz – dominata dallo splendido Municipio – passando per il grande complesso della Residenz, la Cattedrale con la curiosa “impronta del diavolo” e il colorato Viktualienmarkt, tradizionale luogo di mercato che sarà un utile riferimento per il pranzo libero in alternativa alle tante birrerie. Nel pomeriggio spazio alla zona dell’Olympiapark, la sede della Bmw e due passi nel verde del parco del Castello di Nymphenburg, raffinata sede estiva dei reali bavaresi. Cena e pernottamento in hotel.

3° giorno: LINDERHOF – ETTAL
Trasferimento verso il delizioso Castello del Linderhof, gioiello rococò voluto da Ludwig nel cuore di una tranquilla vallata alpina: all’interno trionfano stucchi e decorazioni, mentre all’esterno si estendono parco e giardini con aiuole, fontane e romantici giochi d’acqua per un assieme di raffinata armonia.
Pranzo libero nella vicina Ettal, piccolo borgo raccolto attorno all’abbazia fondata nel 1330: ne vedremo la chiesa dall’imponente cupola e avremo la possibilità di acquistare la squisita birra che vi si produce da secoli. A seguire, viaggio di ritorno verso casa con arrivo serale.

Venzone, zucche in festa – Colori e tradizioni friulane

Alle ore 7.30 partenza per tuffarci nell’atmosfera della “Festa della Zucca” che anima Venzone, meraviglioso borgo medievale del Friuli. Fra le sue viuzze ecco sbucare – come usciti da una fiaba – musici e giocolieri, nobildonne e cavalieri, personaggi come il Sindaco della Zucca ed i membri della Sacra Arciconfraternita della Zucca. Eh sì, perché al centro di tutto c’è Sua Maestà la Zucca… in piazza, nelle vetrine, nelle
locande, sulle bancarelle, di ogni forma e dimensione. Immancabile anche la mostra-concorso dedicata a zucche intagliate o decorate in mille maniere, tanto da diventare delle vere e proprie opere d’arte. Pranzo libero, partecipazione libera alla manifestazione e visita facoltativa con l’accompagnatore al Duomo, alle mummie e al Museo del Terremoto. Rientro in serata.

Cartoline dalla Val Canali – Trekking in un paesaggio da sogno

Alle 7.00 ci metteremo in viaggio verso la scenografica Val Canali, nel territorio del Primiero. Gambe in spalla per quello che sarà un emozionante tuffo nella natura autunnale con le sue mille sfumature. Sosteremo anche al Centro Visitatori del Parco Paneveggio-Pale di S. Martino, ospitato presso Villa Welsperg. Pranzo (libero o in ambiente tipico) lungo il percorso e due passi pomeridiani che ci porteranno dalle viuzze del borgo di Tonadico al centro di Fiera di Primiero. Un po’ di tempo libero e ritorno in serata ai luoghi di provenienza.

Note: itinerario a piedi di 10 km. complessivi distribuiti in circa 4 ore di attività. Dislivello di 200
metri senza particolari difficoltà. Si raccomanda l’uso di calzature sportive o da trekking, acqua e
snack al seguito.

Ravenna e Imola – Gli splendidi mosaici e la Festa del Baccanale

Partenza alle 6.30 in direzione di Ravenna, che durante la sua gloriosa storia è stata capitale ben tre volte: dell’Impero Romano d’Occidente (402-476), del Regno degli Ostrogoti (493-553) e dell’Esarcato bizantino (568-751). Il complesso dei primi monumenti cristiani di Ravenna è inserito nella lista dell’Unesco e la preziosità dei loro mosaici è inestimabile: li contempleremo da S. Apollinare in Classe a S. Vitale, dal Mausoleo di Galla Placidia a S. Apollinare Nuovo in susseguirsi di strabilianti capolavori! Pranzo libero e via verso Imola, che ospita l’ormai tradizionale Baccanale, rassegna dedicata al cibo con mostre-mercato, degustazioni e vari eventi collaterali. Passeggiata in centro, un po’ di tempo libero e rientro a casa in serata.

Pirano e Portorose con gustoso pranzo di pesce

Partiremo alle ore 7.00 verso la Slovenia con meta Pirano, caratteristica cittadina della costa istriana. Il grazioso centro storico – sviluppatosi attorno a Piazza Tartini – è ben conservato e mantiene l’impronta della secolare dominazione veneziana. Saliti fino al colle del Duomo e magari comprato il sale che fece la fortuna del luogo, tutti a tavola per un gustoso pranzo a base di pesce (menù alternativi vanno richiesti al momento dell’iscrizione). Successivo trasferimento nella vicina Portorose, importante località di vacanza con grandi alberghi, svariati negozi, casinò, spiaggia e porto turistico. Tempo a disposizione per una passeggiata digestiva e qualche acquisto prima del viaggio di rientro.

Tra i colori della Val Fiscalina – Tappa in latteria e degustazione di formaggi

Partiremo allo 6.30 in direzione Val Fiscalina, che scopriremo in un crescendo di meraviglie ambientali dai colori autunnali che Madre Natura ci regalerà. Da Sesto giungeremo al Rifugio Fondovalle e pranzo in libertà, potendo allungare il percorso verso la parte superiore della vallata. Attorno a noi la Meridiana di Sesto, la Croda Rossa e altre stupende vette all’interno del Parco Naturale delle Tre Cime di Lavaredo. Ripreso il pullman, nel pomeriggio faremo tappa in una latteria con assaggi e acquisti facoltativi di buonissimi formaggi: l’anima della montagna è anche in questi sapori tradizionali! Rientro a casa in serata.

Note: faremo a piedi circa 11 km, escludendo parte facoltativa di sentiero dopo il rifugio. Primo tratto in semipiano (facile), secondo tratto (facoltativo) in salita. Si raccomanda l’uso di calzature sportive o da trekking, acqua e snack al seguito.

Centovalli, il trenino del foliage – Locarno e il Lago d’Orta

1° giorno: LOCARNO – TRENINO CENTOVALLI
Partenza alla volta della parte svizzera del Lago Maggiore per giungere a Locarno: è un’elegante cittadina turistica e sede di importanti eventi culturali che si distende fra la riva settentrionale del lago e il colle del Santuario della Madonna del Sasso, che andremo a visitare sfruttando una comoda funicolare. Tornati in Piazza Grande, pranzo libero e appuntamento alla stazione ferroviaria per salire sul famoso trenino delle Centovalli, che dal 1923 collega Locarno a Domodossola con un piacevole percorso di 52 km. immerso nel verde fra torrenti, prati, boschi e vari paesini mentre l’autunno accenna i suoi colori. Arrivati a Domodossola, due passi nella parte antica attorno alla bella piazza e sistemazione in un hotel della zona per cena e pernottamento.

2° giorno: ORTA – ISOLA di S. GIULIO
Dopo la prima colazione partiremo verso Orta, uno dei borghi più belli d’Italia che si specchia sulle acque dell’omonimo lago.Saliremo a piedi sul Sacro Monte tutelato dall’Unesco scoprendo panorami incantevoli e gireremo nel graziosissimo centro storico, punteggiato da negozietti e scorci romantici. Pranzo libero, escursione in battello all’Isola di S. Giulio e rientro verso casa con arrivo in serata.

Apri chat
💬Chat
Ciao 👋
Come possiamo aiutarti?