Index

Carnevale a Torino – La Mole Antonelliana e il Museo dell’Auto

1° giorno: MUSEO DELL’AUTO – LINGOTTO – CENTRO STORICO
Di buon mattino partiremo per Torino, attivo capoluogo del Piemonte e meta turistica sempre più ambita anche grazie ai mille richiami che esercita. Le nostre visite inizieranno con l’ingresso all’interessante Museo Internazionale dell’Auto, settore che da sempre è il fulcro economico della città. Ammireremo in bella mostra pezzi diventati miti per tecnologia e design.
Pranzo libero presso l’area commerciale del Lingotto – famosa sede della Fiat – e passeggiata pomeridiana in centro storico, che conserva la patina dell’elegante capitale sabauda: ecco Piazza Castello e Palazzo Madama, il Palazzo Reale, il Duomo che custodisce la Sindone, il Santuario della Consolata e Via Garibaldi. Un po’ di tempo libero magari assaggiando il delizioso “bicerin” fra maschere e coriandoli, quindi trasferimento in hotel per cena e pernottamento.

2° giorno: MOLE ANTONELLIANA – PARCO DEL VALENTINO – BORGO MEDIEVALE
Cominceremo la giornata al cospetto della slanciatissima Mole Antonelliana, edificio dalla sagoma inconfondibile che ospita il Museo del Cinema: vivremo lo sviluppo dell’arte cinematografica dagli albori al giorno d’oggi, rimanendo a bocca aperta quando entreremo nella cosiddetta “Aula del Tempio”, un ambiente immenso davvero sorprendente e impossibile da descrivere. Terminata la visita, i portici di Via Po ci condurranno verso la grande Piazza Vittorio Veneto, un salotto affacciato sul Po di fronte alla Gran Madre.
Dopo la sosta per il pranzo in libertà cammineremo lungo i Murazzi fino al Parco del Valentino – con il Castello ora sede universitaria – e al Borgo Medievale, dove faremo un particolare tuffo nel passato. A seguire, viaggio di rientro con arrivo in serata.

Sole e neve sull’Alpe di Siusi

Alle ore 6.30 ci metteremo in viaggio alla volta di Siusi, pittoresco paesino altoatesino ai piedi dell’omonima Alpe. Due passi in paese e poi tutti a bordo della cabinovia che ci porterà a quota 1800 metri ammirando un paesaggio capace di emozionarci sempre di più. Giunti sull’Alpe lo scenario che avremo davanti sarà davvero eccezionale: un candido altopiano nel cuore del parco naturale, i tipici masi, orizzonti infiniti e le splendide creste delle Dolomiti fra il Sassolungo e lo Sciliar che finiranno nelle nostre belle foto.
Pranzo libero presso i punti di ristoro e tempo a disposizione per relax, tintarella e divertenti passeggiate oppure magari un giro su slitta trainata da cavalli, sci, slittino o ciaspole.
A metà pomeriggio discesa a valle e viaggio di ritorno ai luoghi di provenienza.

Pirano e Portorose con pranzo di pesce

Partiremo alle ore 7.00 in direzione della Slovenia con meta Pirano, caratteristica cittadina della costa istriana. Il grazioso centro storico – sviluppatosi attorno a Piazza Tartini – è ben conservato e mantiene l’impronta della secolare dominazione veneziana. Saliti fino al colle del Duomo e magari comprato il sale che fece la fortuna del luogo, tutti a tavola per un gustoso pranzo a base di pesce (menu alternativi vanno richiesti al momento dell’iscrizione).
Successivo trasferimento nella vicina Portorose, importante località di vacanza con grandi alberghi, svariati negozi, casinò, spiaggia e porto turistico. Tempo a disposizione per una passeggiata digestiva e qualche acquisto prima del viaggio di rientro.

Notte sotto le stelle: Passo S. Pellegrino con ciaspolata in Val di Garès

1° giorno: CANALE d’AGORDO – VAL di GARES – PASSO S. PELLEGRINO
Al mattino saremo in viaggio verso la conca di Falcade puntando su Canale d’Agordo. Da qui partiremo attrezzati con le ciaspole ai piedi per seguire il meraviglioso sentiero battuto che ci porterà nel cuore della Val di Garès, un vero paradiso invernale fatto di tranquillità e scenari immacolati. Pranzo libero presso un punto di ristoro e rientro a Canale, storico paese che vide la prima apertura in Italia di una birreria e di una latteria sociale, oltre ad essere la patria di Albino Luciani che divenne Papa Giovanni Paolo I.
Proseguiremo poi fino al Passo S. Pellegrino per ammirare i colori del tramonto sulle cime, sistemandoci in un hotel della zona per la cena e il pernottamento. Meteo permettendo, dopo cena imperdibile passeggiata sotto le stelle per ammirare la grandiosità del cielo, che ci lascerà senza parole…

2° giorno: PASSO S. PELLEGRINO – FUCHIADE
Trascorreremo alcune ore fra la neve del posto, potendo camminare fra panorami di rara bellezza fino a Fuchiade oppure dandoci agli sport invernali magari noleggiando gli sci o rilassandoci al sole.
E per chi vorrà puntare in alto, ecco i rifugi in quota facilmente raggiungibili con gli impianti di risalita per viste mozzafiato su alcune vette delle Dolomiti patrimonio Unesco come il Civetta, i gruppi della Marmolada e delle Pale, il Pelmo. Pranzo libero e rientro serale alle località di provenienza.

Informazioni tecniche sulla ciaspolata:
Lunghezza km. 4, durata 2h30′ (esclusa pausa pranzo), dislivello +/- 200 m., grado di difficoltà: facile.
Consigliabili l’utilizzo scarponcini da neve o da trekking, thermos con bevanda calda e snack al seguito.

Maranello e Castelvetro, la Ferrari e il Lambrusco

Alle ore 7,30 ci muoveremo in direzione dell’Emilia con ingresso al Museo Ferrari di Maranello, un fantastico percorso museale che ripercorre le vicende del “cavallino” coronate da innumerevoli trionfi. Si potranno ammirare varie vetture, oltre a documenti, filmati e naturalmente i tantissimi trofei presentati in un’apposita sala. Tempo a disposizione per lo shopping nel fornito negozio della scuderia e proseguimento per Castelvetro di Modena, graziosa località collinare.
Pranzo tipico, due passi nel particolare centro storico che ha mantenuto antiche torri e una curiosa piazzetta a scacchiera, quindi tappa in cantina per degustare e acquistare il Lambrusco, vanto del territorio. Rientreremo a casa in serata.

Il Carnevale di Sappada – Tradizioni, colori e… giro in motoslitta?

Alle ore 7.00 ci metteremo in viaggio verso Sappada, accogliente località nell’alta valle del Piave, ora in Friuli. Giro fra le magnifiche borgate che compongono il paese e possibilità di provare l’emozione di guidare personalmente una motoslitta!
Pranzo libero e poi largo ai festeggiamenti dello storico Carnevale: questa è la “Paurn Sunntach”, ovvero la “Domenica dei Contadini”, che sfilano con i loro costumi tradizionali, accompagnati da musica ed intrattenimento in un’atmosfera di genuina festa alpina. Vedremo anche i “Rollate” con la loro pesante pelliccia, la maschera di legno e la scopa di paglia usata scherzosamente contro qualche passante. Rientro in serata.

Ciaspolata sul M. Avena e passeggiata a Feltre

Alle 7.00 inizieremo il viaggio in direzione del Monte Avena, la “porta” del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi con larghi panorami che vanno dalla valle del Piave alla catena alpina.
Calzate le ciaspole, percorreremo un bellissimo itinerario in mezzo alla natura andando a conoscere flora, fauna e preziose informazioni che apprenderemo attraverso distese innevate. Pranzo libero presso i rifugi del luogo e un po’ di meritato relax in un contesto montano lontano dal turismo di massa. Scenderemo poi a Feltre per due passi nel cuore antico di questa interessante cittadina e in serata faremo rientro alle località di provenienza.

Informazioni tecniche sulla ciaspolata: lunghezza km. 5, durata: 2h30, dislivello: +/- 150 m, difficoltà: facile. Consigliabili l’uso di scarponcini da trekking, thermos con bevanda calda e snack al seguito.

Cena in baita a Lavarone – Salita in motoslitta o gatto delle nevi

Partenza alle ore 17.00 verso una delle più belle zone delle Prealpi Trentine, ammantate di bianco. Giunti a Lavarone, divertente salita verso una baita a bordo di una veloce motoslitta oppure sul gatto delle nevi… sarà un’esperienza indimenticabile! Vin brulè di benvenuto sotto il cielo stellato e poi tutti a tavola per un’ottima cena tipica a base di piatti del territorio. La serata sarà allietata da musica e karaoke che riempiranno l’ambiente di allegria.
Rientro a valle in motoslitta oppure a piedi su sentiero battuto, circondati da un panorama mozzafiato. Tornati al pullman, viaggio di ritorno verso casa con arrivo in nottata.

Sesto e il paradiso della Val Fiscalina

Partenza alle ore 6.00 puntando verso l’autentico paradiso naturale che è la Val Fiscalina, al cospetto di magnifiche vette alpine. Circondati da un mondo immacolato e magicamente silenzioso fatto di distese e boschi ammantati di neve, giungeremo in camminata presso un caratteristico rifugio dove vivere una serena pausa di relax nel cuore di una delle zone più belle delle Dolomiti. In alternativa, una moderna cabinovia potrà portare chi vorrà ai quasi 2000 metri dei Prati della Croda Rossa dove si trovano altri due accoglienti rifugi.
Pranzo libero e tempo per una bella passeggiata nel centro di Sesto, accogliente meta di vacanze dall’aspetto tipicamente tirolese. Rientro in serata.

Walking tour a Bologna – Da S. Luca alle torri pendenti sotto i portici Unesco

Partiremo alle ore 7.00 diretti a Bologna, puntando al Santuario di S. Luca, uno dei simboli del capoluogo emiliano, in bella posizione panoramica. Visitato il luogo, inizieremo un bel walking tour, un itinerario a piedi che ci porterà nel cuore della città, percorrendo anche l’intero porticato dei pellegrini, il più lungo del mondo con i suoi quasi 4 km. di lunghezza, recentemente incluso fra i beni tutelati dall’Unesco assieme agli altri portici della città. Pranzo libero lasciandoci tentare dalla rinomata cucina locale e pomeriggio a tranquillamente a spasso in centro storico fra Piazza Maggiore, la Basilica di S. Petronio e le torri pendenti. Rientro in serata alle località di provenienza.

Informazioni tecniche sul walking tour: lunghezza km. 8 con prima parte in discesa, durata: 2h 30’, dislivello -150 m, grado di difficoltà: facile. Consigliabili l’utilizzo di scarpe sportive, snack e acqua al seguito.

Apri chat
💬Chat
Ciao 👋
Come possiamo aiutarti?